Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Ranieri amaro. La Roma saluta la Champions e punta all’Europa League

Tutta la rassegna stampa in un click

CORRIERE DELLO SPORT – Totti ha chiesto da tempo ufficialmente la carica di direttore tecnico e aspetta una risposta dalla società che tarda ad arrivare. Ne ha parlato con l’ad Fienga, che però si deve sempre confrontare con Baldini. Il consigliere di Pallotta potrebbe anche decidere che ormai la presenza dell’ex numero 10 sia diventata ingombrante. Totti però vuole quel ruolo per il quale ha già lavorato in passato chiamando Ranieri e forse parlando a Siena con Conte. 

La Roma Primavera è alla ricerca del terzo posto. Dopo ben 4 pareggi consecutivi i baby giallorossi ritrovano la vittoria al Tre Fontane e lo fanno contro la Juventus. A sbloccare il risultato è il solito Alessio Riccardi, poi ci pensa Zan Celar a raddoppiare.

La Roma adesso aspetta di avviare una vera e propria trattativa con Gian Piero Gasperini. I primi contatti tenuti da Petrachi sono stati positivi. L’allenatore però per correttezza nei confronti dell’Atalanta vuole aspettare la fine del campionato prima di incontrare il presidente Percassi. Messa da parte la sconfitta in finale di Coppa Italia il suo unico obiettivo adesso è la Champions League.

CORRIERE DELLA SERA – Non stupisce nessuno che l’ultima trasferta della Roma sia stata segnata più da chi non c’era che da chi c’era. Il pareggio contro il Sassuolo spegne anche l’ultima illusione per il quarto posto, mentre si avvicina il sesto, con gli scomodissimi preliminari di Europa League a luglio. Assente naturalmente Pallotta, ma presente nei cori e negli striscioni di contestazione dei tifosi.

Sotto la pioggia di Reggio Emilia naufragano le ultime possibilità di raggiungere la Champions League della Roma. Ora servono tre punti con il Parma per avere la certezza di arrivare almeno al sesto posto, che significa preliminari di Europa League.

GAZZETTA DELLO SPORT – Ogni decisione definitiva per la panchina delle big verrà presa dopo il 26 maggio, data dell’ultima giornata di campionato. Il discorso vale anche per l’Atalanta, con Gasperini che rinvia ogni commento sul suo futuro: «Alla fine faremo il punto con la proprietà». La Roma, la società che più si è interessata all’uomo di Grugliasco, dovrà aspettare. Il patron Antonio Percassi è convinto di proseguire insieme, magari ascoltando tra qualche mese quella famosa «musichetta». Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

IL MESSAGGERO – Piove su Reggio Emilia ma diluvia su Pallotta e i suoi collaboratori. Perché monta la contestazione tra la gente e al tempo stesso frena la Roma in classifica: il pari contro il Sassuolo non serve a niente.

Prosegue la protesta dei tifosi della Roma per l’addio di Daniele De Rossi imposto dalla società. Al Mapei Stadium gli ultras presenti in trasferta hanno intonato cori contro il presidente Pallotta, Baldissoni, Baldini e dedicato una grande ovazione al numero 16. Assente Francesco Totti rimasto nella Capitale per impegni personali, presenti sugli spalti l’ad Fienga, il ds Massara e Baldissoni.

L’obiettivo della Roma era vincere la partita col Sassuolo per continuare a inseguire un sogno impossibile, la Champions, ma forse anche quello di riprendere il normale tran tran di vita di una società/squadra di calcio, devastata dall’esplosione del caso De Rossi. Il più chiaro esempio di cosa non si dovrebbe fare in un club, e non solo per tempistica e modalità, specie nel momento più delicato della stagione.

IL TEMPO – Arrivato per realizzare un’impresa, la corsa di Claudio Ranieri si ferma a Reggio Emilia.Alla domanda che gli vedeva chiesto il punto di ripartenza della Roma per il prossimo anno, l’allenatore ha risposto «Queste risposte spettano alla società e il nuovo allenatore dovrà decidere su quali giocatori puntare.

Il futuro della panchina della Roma passa per due nomi. Superata la scelta del ds, con Gianluca Petrachi in pole position, i giallorossi stanno sondando le piste Gianpiero Gasperini e Maurizio Sarri come papabili per allenare il club il prossimo anno.

E’ stata una serata difficile sotto tutti i punti di vista. Al Mapei, oltre al risultato e al probabile addio alla Champions League, la Roma vede l’ultima trasferta della carriera di Daniele De Rossi in maglia giallorossa.

LA REPUBBLICA – La Roma si allontana dalla Champions, dopo l’allontanamento dei suoi tifosi per le scelte e le modalità con cui è stato comunicato l’addio di De Rossi a fine stagione. Lo 0-0 di Reggio Emilia chiude quasi del tutto le porte del quarto posto ai giallorossi, con la tifoseria che al Mapei Stadium è sembrata più concentrata a contestare la proprietà che a sostenere la squadra contro i ragazzi di De Zerbi.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a ROMA su Sì!Happy

Altro da Edicola