Resta in contatto

Approfondimenti

L’Identikit, Jordan Veretout: il francese pronto a ricoprire il ruolo di De Rossi

Il centrocampista della Fiorentina è uno dei profili più seguiti dalla Roma per il ruolo lasciato scoperto dopo l’addio del capitano giallorosso

Chi segue il calcio italiano (ma anche chi è appassionato di fantacalcio) sa benissimo di chi si parla quando si nomina Jordan Veretout. Il centrocampista francese, alla Fiorentina dal 2017, è diventato in breve tempo il perno del centrocampo viola. Ora la Roma, che a maggio ha dovuto dire addio al suo capitano Daniele De Rossi, monitora attentamente il giocatore, possibile innesto nella nuova rosa di Paulo Fonseca.

Dai primi calci ad oggi

Jordan Marcel Gilbert Veretout nasce a Ancenis, piccolo comune della Loira, il 1 marzo del 1993. Dopo gli anni trascorsi nel Belligné, realtà calcistica locale, nel 2003 approda al Nantes, dove cresce calcisticamente militando in tutte le squadre giovanili. Da subito saltano all’occhio le sue peculiarità: Jordan è un centrocampista puro, dotato di grande tecnica e dinamicità. Questi elementi, uniti alla crescita esponenziale in cabina di regia, lo renderanno uno dei prospetti più interessanti del calcio francese.Il 13 maggio del 2011 esordisce in prima squadra, nella sfida di Ligue 2 persa contro il Sedan, mentre il 22 agosto dello stesso anno sigla il suo primo gol, nella vittoria casalinga contro il Guingamp. Grazie anche alle sue prestazioni, il Nantes riesce a ritornare in Ligue 1 nella stagione 2012-2013.

L’anno successivo, nella massima serie francese, colleziona 27 presenze e un gol. In estate Veretout viene scelto dal CT dell’Under 20 francese Mankowski per prendere parte al Mondiale Under 20 in Turchia. Qui Jordan, assieme ad altri nomi conosciuti come Paul Pogba e Samuel Umtiti, ottiene la vittoria della Coppa del Mondo, siglando una sola rete, negli ottavi di finale contro la Turchia, ma mettendo a segno uno dei tiri dal dischetto nella finale contro l’Uruguay.

I dati relativi alla stagione appena terminata (fonte transfermarkt.it)

Dopo l’ottimo periodo di crescita al Nantes, nell’estate del 2015 viene ceduto all’Aston Villa, in Premier League: il salto nel calcio inglese non va però a buon fine, tanto che, nonostante le 25 presenze in campionato, la squadra retrocede a fine stagione. Dopo la parentesi nera in Inghilterra, viene ceduto nuovamente in Francia, in prestito, al Saint-Etienne. Il ritorno in patria fa bene al giocatore, che colleziona con i Verts 35 presenze in Ligue 1 e 7 in Europa League. Nell’estate del 2017 la Fiorentina lo acquista per 7 milioni di Euro: nel giro di poco tempo diventa il perno inamovibile del centrocampo viola, guadagnandosi la stima e l’affetto dei tifosi fiorentini.

Tecnica e tattica

Come sappiamo, il calcio moderno spinge ormai gli interpreti a modificare il loro bagaglio tecnico. Così come un professionista deve sempre aggiornarsi nel suo campo, così un calciatore non può ritenersi sufficientemente preparato se non “aggiorna” le sue doti tecniche. Un esempio pratico di questo modus operandi è sicuramente Jordan Veretout: nel corso della carriera, che lo ha visto sempre impiegato nel ruolo di centrocampista centrale, il suo stile di gioco è cambiato molto, per potersi adattare meglio alle diverse situazioni. Se ai tempi del Nantes ciò che balza subito all’occhio è la sua capacità nel costruire le manovre di gioco, con giocate principalmente da fermo, nel tempo (sopratutto dopo la parentesi inglese), a ciò si unisce anche lo sviluppo di una prestanza fisica maggiore: le due caratteristiche, unite insieme, gli permettono quindi di essere un ottimo playmaker, con una straordinaria capacità d’incursione. Va poi aggiunta una certa precisione nei tiri da calcio piazzato, che rendono il francese un giocatore più che completo. Il Veretout che possiamo ammirare adesso nel nostro campionato è figlio anche del periodo all’Aston Villa, forse il momento più oscuro nella carriera del francese: il suo gioco non è più un assolo di tocchi e giocate offensive, ora ha saputo aggiungere anche un gran lavoro fatto di coperture e palloni recuperati.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Se se sbrigano se no va al milan

Commento da Facebook

Magari…

Commento da Facebook

È già promesso al Milan

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a ROMA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti